Tefaf Maastricht 2019. Il report dalla mega fiera

Artribune

03/27/2019

LA SENSAZIONE CHE SI HA UNA VOLTA VARCATA LA SOGLIA D’INGRESSO? ESSERE CATAPULTATI IN UNA WUNDERKAMMER, IN UN CALEIDOSCOPIO DI FORME, COLORI E OPERE VIVE. UN ARAZZO FLOREALE DISEGNATO DALLA DITTA TOM POSTMA ACCOGLIE I VISITATORI, CON TULIPANI BIANCHI E COLONNE RICOLME DI FIORI. ED È SOLO L’INIZIO.

L’estro di Jason Jacques Gallery si dipana dalla selezioni di lavori in ceramica al tavolo trasparente di Théophile Blandet, realizzato con materiali riciclati, sino alle sculture di Kim Simonsson ispirate alle verdi foreste finlandesi.

Back To Top